Come installare windows su mac

come installare windows su mac

Una delle problematiche alle quali andate molto spesso incontro consiste nell’utilizzare il sistema operativo Mac, che potrebbe non essere l’ideale per voi soprattutto se siete cresciuti con le diverse versioni di Windows, alle quali vi siete affezionati e che conoscete alla perfezione o che, comunque, sapete utilizzare in modo corretto e abbastanza disinvolto.

Per evitare che un dono che vi viene fatto, ovvero un computer Mac, non venga utilizzato, potrete installare Windows come sistema operativo sullo stesso dispositivo: vediamo ora come procedere per effettuare questa operazione.

Come installare windows su mac

Scaricare l’immagine ISO di Windows

Per prima cosa, affinché sia possibile effettuare una rapida e corretta installazione di Windows su Mac, occorre procurarsi il file Iso del sistema operativo.

In molti, ora, potrebbero chiedersi di cosa si tratta: sostanzialmente parliamo del sistema operativo stesso, ovvero di un file che consente, una volta aperto, di procedere con lo svolgimento di tutte le operazioni utili per l’installazione del programma sul sistema Mac.

Questo genere di file potrà essere ottenuto direttamente dal sito ufficiale Microsoft, il quale richiede la creazione di un account. Senza di questo, infatti, è impossibile accedere alle diverse risorse gratuite proposte dalla compagnia, tra le quali spiccano appunto le diverse versioni dei sistemi operativi.

Queste saranno prive di codice prodotto, specialmente la versione di Windows 10, che potrà dunque essere sfruttata gratuitamente senza dover investire nemmeno un centesimo.

Affinché sia possibile svolgere correttamente questo tipo di operazione, occorrerà semplicemente procedere con la scelta della versione in bit del sistema operativo.

A seconda delle specifiche del proprio computer Mac, infatti, occorrerà selezionare la versione che maggiormente si adatta a tutte le proprie esigenze, senza metterne in secondo piano nemmeno una.

Una volta che tutte queste particolari fasi vengono svolte, ovvero si analizza il sistema Mac sul quale installare il sistema operativo, sarà necessario effettuare il download.

Per un avvio corretto e prevenire una serie di errori, è consigliato poi effettuare la copia del file ISO su una pen drive esterna, in maniera tale che l’installazione successiva possa essere svolta in maniera corretta e senza dover fronteggiare delle situazioni complicate.

Pertanto la prima fase richiede solo poco tempo per poter essere svolta: il sistema Windows verrà scaricato con una rapidità differente a seconda della velocità della connessione online di cui si dispone.

Installare Windows su Mac

Per effettuare la procedura di installazione di Windows su Mac sarà opportuno avviare l’assistente Boot Camp, che potrà essere trovato semplicemente nella schermata Altro presente nella barra delle applicazioni del Mac.

A questo punto occorre procedere col creare il file di installazione partendo dall’immagine ISO prima scaricata e per fare questo occorre selezionare il suddetto file dalla lista dei vari contenuti presenti nella cartella dove l’elemento è stato scaricato.

Se quindi questo si trova su una chiavetta esterna, occorrerà collegarla al computer e selezionare il file.

La creazione del file di installazione, che verrà avviata dopo aver inserito i file necessari, potrebbe richiedere parecchio tempo a seconda della velocità del computer e della connessione al web, dato che verranno scaricati anche dei file aggiuntivi per effettuare una procedura corretta e completa.

Affrontata tale operazione sarà necessario procedere con una nuova serie di passaggi, ovvero scegliere la partizione e spazio che occuperà il sistema operativo: questo, qualora fosse installato su un disco oppure su un chiavetta esterna, comporta anche la perdita di tutti i file precedentemente installati quindi è bene effettuare un controllo completo in maniera tale da prevenire eventuali errori e cancellazioni di file non previsti.

Data la conferma anche di questa procedura, verrà avviata la prima parte di installazione del sistema operativo, che richiede parecchio tempo: pertanto è bene assicurarsi che la procedura venga svolta quando il computer è in carica.

Successivamente a questa fase sarà necessario riavviare il computer affinché poi si possa procedere con l’ultima parte, ovvero la configurazione del sistema operativo.

La configurazione di Windows su Mac

Ora che il sistema operativo è stato correttamente installato, occorre procedere alla sua configurazione.

Tale procedura rappresenta la fase finale che consente di rendere realmente operativo il suddetto sistema e fare in modo che questo possa essere facilmente adoperato.

Affinché si possano svolgere correttamente tutte le operazioni è consigliato evitare di accedere ad altri programmi: in questo modo la fase di configurazione non dovrebbe subire alcun tipo di alterazione.

Una volta che si avvia la procedura di configurazione occorrerà inserire tutti i dati che sono richiesti dal sistema operativo come, per esempio, nome utente e password di blocco del sistema, che consentono quindi di evitare che persone differenti dal proprietario del computer possano accedere al contenuto presente sul sistema operativo.

Successivamente occorre scegliere tutte le svariate tipologie di impostazioni che meglio rispecchiano tutte le proprie esigenze come, per esempio, colore dello sfondo e delle barre delle applicazioni del computer e diverse altre impostazioni che faranno in modo che la configurazione di Windows possa rispecchiare perfettamente tutte le proprie domande.

Anche questa procedura è abbastanza semplice e richiede pochissimo tempo per poter essere svolta e inoltre garantisce l’occasione di avere un sistema attivo in grado di rispondere in maniera ottimale a tutte le proprie domande, evitando quindi imprecisioni e mancanze di ogni genere.

Selezionate tutte queste procedure occorre attendere che la fase di configurazione si concluda autonomamente.

Affinché non vi siano errori di ogni genere che possono avere un tipo di incidenza negativa sul sistema operativo stesso, occorre semplicemente valutare con cura la carica del computer.

Questo deve essere carico e connesso alla rete elettrica affinché la procedura di configurazione non venga interrotta e questa debba essere effettuata nuovamente.

Grazie a questo genere di passaggi sarà dunque possibile completare la fase di installazione di Windows su Mac, che dunque potrà essere avviato correttamente e garantirà la possibilità di operare su un sistema che si conosce perfettamente e che potrà essere sfruttato in tutte le sue potenzialità, senza limiti o vincoli particolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *